VIAGGIO NEL FUTURO

Cristina Gabetti chiede informazioni a Cristina Pozzi, scrittrice e divulgatrice scientifica, su un futuro, che si prevede ricco di cambiamenti. Cristina ci racconta cosa potrà significare nei prossimi anni il cambiamento che coinvolgerà l’ambiente ,la famiglia, la genetica, la sanità e anche l’aumento delle capacità cognitive. Ci avverte dei tanti lavori che spariranno a vantaggio dell’uso dei robot, ma è convinta che diventerà una figura centrale quella dello psicologo. Qual è il consiglio valido per questo futuro? Imparare ad essere curiosi e imparare ad imparare.

Cristina Gabetti chiede informazioni a Cristina Pozzi, scrittrice e divulgatrice scientifica, su un futuro, che si prevede ricco di cambiamenti. Cristina ci racconta cosa potrà significare nei prossimi anni il cambiamento che coinvolgerà l’ambiente ,la famiglia, la genetica, la sanità e anche l’aumento delle capacità cognitive. Ci avverte dei tanti lavori che spariranno a vantaggio dell’uso dei robot, ma è convinta che diventerà una figura centrale quella dello psicologo. Qual è il consiglio valido per questo futuro? Imparare ad essere curiosi e imparare ad imparare.

29/09/2018

Potrebbero interessarti anche

vedi tutti
Robot come esseri umani: le nuove frontiere dell'intelligenza artificiale

Robot come esseri umani: le nuove frontiere dell'intelligenza ...

L'intelligenza artificiale ha permesso di sviluppare robot che sembrano in tutto e per tutto esseri umani e che sono pronti persino a soppiantarli in alcuni lavori. Cristina Gabetti ha affrontato qualche anno fa l'argomento con il Professor Hiroshi Hishiguro: un incontro che le è rimasto particolarmente impresso. Ecco quali sono le nuove frontiere della tecnologia e quali potrebbero essere le ripercussioni sulla nostra società

Nella stessa puntata

tutti i servizi della puntata
MENSILE STRATOSFERICO PER LA SEDE ABBANDONATA DELL’AGENZIA DELLE ENTRATE

MENSILE STRATOSFERICO PER LA SEDE ABBANDONATA DELL’AGENZIA ...

Riccardo Trombetta è a Roma presso la vecchia sede abbandonata dell’Agenzia delle entrate. Da fine ottobre del 2016 la sede è vuota, ma l’Agenzia delle entrate ha ugualmente pagato euro 305.000 al mese! Poi l’agenzia del demanio, che ha curato questo contratto di affitto, ha consegnato due piani alla prefettura di Roma per un canone ridotto a soli 230.000 euro, ma è ancora in corso il trasloco. La corte dei conti ha aperto un'istruttoria per accertare l’evidente danno erariale, istruttoria che è ancora in essere. Diamo fiato alle ingiustizie, conclude il nostro Riccardo.

PROMESSA MANTENUTA: RIAPERTURA DELLA DISCARICA A MELILLI IN SICILIA

PROMESSA MANTENUTA: RIAPERTURA DELLA DISCARICA A MELILLI IN SICILIA

Stefania Petyx ritorna a Melilli e si compiace dei sorrisi degli 81 dipendenti di Cisma Ambiente che dopo un anno e mezzo ritorneranno a lavorare. La promessa dei due assessori Cordaro e Pierobon fatta a Stefania è stata mantenuta. Il Comitato Cittadini, nella voce di Giusi Nanè, ci invita a sorvegliare che tutto sia fatto secondo legge e al microfono di Stefania l’avv. Carpinato , l’amministratore giudiziario di Cisma Ambiente, ci rassicura che tutto andrà per il meglio. Stefania e il bassotto vigileranno.

LA BICI DI BRUMOTTI AL SERVIZIO DELLE FAMIGLIE SMA

LA BICI DI BRUMOTTI AL SERVIZIO DELLE FAMIGLIE SMA

Con bici e buon umore Brumotti va a trovare a Roma le famiglie SMA (atrofie muscolari spinali) che una volta l’anno si riuniscono.La presidente delle famiglie SMA, Daniela Lauro, ci racconta che grazie ai tanti sms solidali sono riusciti a finanziare la ricerca, a varare un progetto smart che in tutta Italia ha consentito l’apertura di centri clinici di riferimento per tutti i malati e ha permesso la sperimentazione di un farmaco che rallenta la malattia. Vittorio intervista il prof. Mercuri, ricercatore SMA, che ribadisce la necessità di proseguire la ricerca anche per la terapia genica.Tutti, adulti e bimbi, in coro, urlano il numero per la raccolta fondi per continuare il percorso di miglioramento di vita di tutti i malati di SMA.

I TRASGRESSORI DEL TRENO A CENGIO (SAVONA)

I TRASGRESSORI DEL TRENO A CENGIO (SAVONA)

Sulla tratta ferroviaria Torino - Savona tutti i passeggeri sprovvisti di biglietto vengono fatti scendere a Cengio (Savona). Tante le testimonianze degli abitanti che si lamentano, perchè i trasgressori disturbano e anche rubano. Perchè solo a Cengio? Il mistero si infittisce e Capitan Ventosa scopre che in questa stazione non c'è la polizia ferroviaria. Così i trasgressori saltano i controlli, ma a danno degli amici di Cengio che subiscono vari disagi e a vantaggio del treno che può procedere senza perdere tempo nei controlli dei trasgressori.

NON FIDATEVI DELLE APPARENZE

NON FIDATEVI DELLE APPARENZE

Il cappello volante di Antonio Casanova è a Bologna. Antonio ci mette in guardia sulla truffa del finto meccanico. Come per magia a chi si trova in panne appare un “meccanico” che risolve tutto a prezzi modici dai 20 ai 50 euro!Tutto ha inizio dopo aver parcheggiato, perché il truffatore manomette qualcosa sotto la carrozzeria della macchina posteggiata. Poi il malcapitato non riesce a mettere in moto la macchina e magicamente trova disponibile il finto meccanico che risolve tutto a prezzi modici e .. la magia è fatta! Attenti agli sconosciuti!

Top 10 Video

tutti i video
Gli scivoloni del ministro Gennaro Sangiuliano da Times Square al Premio Strega

Gli scivoloni del ministro Gennaro Sangiuliano da Times Square ...

"Ho ascoltato le storie espresse nei libri finalisti e sono tutte storie che ti prendono e che ti fanno riflettere. Proverò a leggerli". Così parlò il ministro Gennaro Sangiuliano, giurato al Premio Strega nel luglio scorso. La conduttrice Geppi Cucciari colse al balzo la dichiarazione ribattendo: "Ah, non li ha letti? Proverà quindi ad andare oltre la copertina…". Rivediamo lo scambio in un video che contiene anche l'uscita su una famosa piazza"di"New"York...

Concorso per la Polizia di Stato, beffati gli idonei del 2020

Concorso per la Polizia di Stato, beffati gli idonei del 2020

Ottocento aspiranti poliziotti superarono la prima prova scritta di un concorso a gennaio 2020 e poi vennero dimenticati. Non c'è stato scorrimento di quella graduatoria ma di quelle più recenti uscite da altre due selezioni, con candidati che hanno preso voti inferiori alla più severa soglia del 2020. Alcuni di coloro che ancora aspettano fra un po' raggiungeranno il limite di età e si sentono beffati. Chiara Squaglia ha chiesto spiegazioni alla Polizia e al ministero dell'Interno

use DateTime;