News

La ricetta del gelato Crema Brunelli di Paolo Brunelli

Figlio d’arte, Paolo Brunelli cresce nella consapevolezza che avrebbe fatto della ristorazione e dell’accoglienza il suo lavoro. Negli anni, si affaccia però nel suo orizzonte il gelato, al quale Paolo si avvicina con profondo rispetto perché il gelato è democratico, non fa distinzioni.

Ma essere alla portata di tutti lo rende automaticamente oggetto di critiche e paragoni. Per superarle, Paolo ha studiato e appreso dai migliori maestri, per realizzare un prodotto di qualità, in grado di superare i confini stagionali. Un impegno testimoniato da numerosi riconoscimenti che il maestro gelatiere sviluppa ogni giorno nelle due realtà che gestisce ad Agugliano e Senigallia, alle quali si è aggiunta, lo scorso luglio, l’avventura di Combo a Marzocca, frazione di Senigallia. Un luogo in cui convivono quattro diversi aspetti del suo lavoro e delle sue passioni: gelato, cioccolato, vino e pasticceria da forno.

Per Striscia la notizia, Brunelli propone la ricetta di uno dei suoi prodotti più famosi, la Crema Brunelli, vincitrice del Premio gourmet 2011: una classica crema pasticcera con aggiunta di nocciole caramellate e cioccolato venezuelano.


Ingredienti


Per il gelato:

- 500 g Latte fresco intero

- 250 g Latte condensato

- 150 g Tuorlo d’uovo

- 100 g Zucchero

- 50 g Nocciole caramellate

- 30 g Cioccolato fondente al 70%

- 3 g Anice stellato

- 4 g Chicchi di caffè

- 5 cl Liquore all’anice

- 1 Bacca di vaniglia


Per le nocciole caramellate:

- 100 g Nocciole tostate

- 30 g Zucchero
 

Procedimento


Portare a bollore il latte con il latte condensato e tuffarli sui tuorli d’uovo miscelati con lo zucchero. Riporre tutto in un pentolino insieme agli aromi (anice, caffè e vaniglia) e portare a leggero bollore. Filtrare il tutto e mettere nella gelatiera per mantecare il gelato. Inserire a gelato ultimato le nocciole caramellate e la cioccolata fusa.

Nocciole caramellate:

In un pentolino antiaderente, caramellare lo zucchero e inserire poi le nocciole bollenti. Una volta amalgamate le nocciole nel caramello, tuffarle in abbondante zucchero semolato per agevolare la separazione delle nocciole stesse.