News

16, come le star intervistate da Riccardo Trombetta a Striscia 35

16, come le star intervistate da Riccardo Trombetta a Striscia 35

16, come le star intervistate da Riccardo Trombetta a Striscia 35

Tra queste, l’inviato a Hollywood ha incontrato: Keanu Reeves, Jennifer Lopez, Dwayne Johnson, Chris Pratt, Vin Diesel, Michelle Rodriguez, fino al premio Oscar Jamie Lee Curtis. Il suo sogno è essere il primo italiano protagonista in un film d’azione, ne ha parlato con attori e attrici.

Sono 16 le star di Hollywood che Riccardo Trombetta ha intervistato durante la 35esima edizione di Striscia la notizia. Tra queste: Keanu Reeves, Jennifer Lopez, Dwayne Johnson, Chris Pratt, Vin Diesel, Michelle Rodriguez, fino al premio Oscar Jamie Lee Curtis. Il 26 maggio 2023 è stato il giorno dell’ultimo servizio, almeno per ora. L’inviato si è recato a Roma, davanti al Colosseo, in occasione della presentazione di Fast X, l’ultimo capitolo della saga cinematografica di Fast & Furious. Lì ha intervistato gli attori protagonisti del film. I primi che ha intercettato sono stati Charlize Theron e Jason Statham. Poi è stata la volta di John Cena, al quale Trombetta ha rivelato che due anni fa Vin Diesel gli aveva promesso una parte, come primo attore italiano al 100% della saga. L’inviato gli ha poi mostrato la sua trombetta, sostenendo che fosse un oggetto molto utile, ma Cena ha risposto: «Quella non è né fast, né furious». L’attore gli ha quindi consigliato di nasconderla qualora si fosse imbattuto in Vin Diesel. 

Riccardo Trombetta di nuovo insieme al suo “amico” Vin Diesel

Proseguendo il suo giro, Trombetta ha incontrato Scott Eastwood e gli ha chiesto dei consigli per la parte, ma lui gli ha risposto: «Non hai bisogno dei miei consigli se indossi una giacca come questa. Sei fantastico, ci stai eclissando tutti». È poi il turno di Sung Kang, che, che gli ha ribadito che secondo lui meritava un ruolo nel film. Sono poi seguiti Alan Ritchson (che gli ha addirittura promesso di lasciargli il suo posto nel cast), Louis Leterrier e il suo “amico” Vin Diesel. A quest’ultimo ha rinfacciato scherzando di non aver mantenuto la promessa. Poi gli ha chiesto quanto fosse impegnativo portare avanti l’eredità del compianto collega Paul Walker e Diesel ha risposto: «Ti fa sentire benissimo». Infine, Trombetta ha incontrato anche Michelle Rodriguez, che ha salutato in italiano Striscia la notizia.

L’intervista a Keanu Reeves vicino a Hollywood, in occasione dell’uscita al cinema di John Wick 4

Il 23 marzo è poi la data dell’intervista a Keanu Reeves, in occasione dell’uscita al cinema del suo nuovo film John Wick 4, ultimo capitolo dell’omonima saga cominciata nel 2014. Nei film l’attore ha interpretato un ex assassino molto temuto. Questa volta, Riccardo Trombetta è andato fino a Los Angeles, vicino alle colline hollywoodiane, per incontrare l’attore. La sua missione era di nuovo convincere la star a scritturarlo per un provino. Come prima domanda, l’inviato gli ha chiesto se fossero vere le voci secondo cui quello sarebbe stato l’ultimo film della serie e cosa gli sarebbe mancato di più. Reeves gli ha spiegato: «Io amo Joh Wick, mi piace molto interpretarlo. Ho adorato l’esperienza di girare questi film. È stato il ruolo della mia vita». 

Hollywood e il talento dell’inviato nell’interpretazione delle scene d’azione

L’inviato gli ha allora confidato che desiderava diventare la prima star italiana del cinema d’azione di Hollywood, e per convincerlo del suo talento gli ha mostrato un video in cui si esibiva in una camminata in slow motion. «Bello sfondo, occhiali… Credo che la tua camminata al ralenti sia stata molto efficace», ha commentato Reeves. Infine, per dare ulteriore prova del proprio valore, Trombetta si è rotto una bottiglia di vetro sulla fronte, cadendo poi esamine per terra. 

Idris Elba e l’uscita di Beast

La prima star intervistata della stagione è stata invece Idris Elba, in occasione dell’uscita del film Beast. Trombetta l’ha incontrato il 1o ottobre, sempre a Los Angeles. Come prima cosa gli ha chiesto se si fosse divertito a lavorare in quel film, che gli aveva permesso sia di recitare sia di girare scene molto movimentate. «Questo è il giusto equilibrio», ha risposto lui, «Credo che l’azione in Beast non sia quella tipica dei film d’azione. Il mio personaggio non è assolutamente un eroe, è un uomo semplice scaraventato in una terribile situazione». L’inviato gli ha poi chiesto quante di quelle scene faceva da solo e lui ha spiegato: «Un bel po’, ne faccio parecchie! Spesso è più facile per via della mia corporatura, della mia forza fisica e della mia altezza fare le scene senza controfigura. Non mi dispiace farlo, anzi mi diverte».

I consigli per diventare un attore di film d’azione

Infine, come al solito, l’inviato ha chiesto aiuto per diventare un attore di film d’azione e ha replicato il trucco della bottiglia. Elba gli ha detto che la scena era buona, ma gli ha anche dato qualche consiglio: «Nel momento in cui te la sei rotta in testa, non ho visto il dolore sul tuo volto. E poi quando sei caduto… la prossima volta non accompagnarti con la mano. Devi cadere e basta».

Ultime News

tutte le news

Potrebbero interessarti anche...

vedi tutti