News

Questa sera a Striscia, Davide Rampello e i Tajarin delle Langhe

Questa sera a Striscia, Davide Rampello e i Tajarin delle Langhe

Questa sera a Striscia, Davide Rampello e i Tajarin delle Langhe

Stasera a Striscia la notizia (Canale 5, ore 20.35) torna la rubrica Paesi, paesaggi…”Davide Rampello si trova nelle Langhe, per la precisione a Monforte d’Alba.
Qui il tajarin è simbolo di una civiltà: era un piatto tipico delle feste dei poveri, per questo il taglio finissimo è così importante, perché ce ne fossero sempre per tutti in abbondanza.

Questo paesaggio fa da sfondo alla storia di Nino e della sua famiglia, ristoratori stellati fin dagli anni 60. Felicin, il nonno di Nino, è stato un soldato: anche al fronte impastava i tajarin e li tagliava con la baionetta.

Artigiani come Nino sono beni culturali viventi, ogni volta che tagliano non dividono, ma uniscono e moltiplicano. Questa è l’Italia della qualità.

Ultime News

tutte le news

Potrebbero interessarti anche...

vedi tutti
Il borsat di Trepalle, carne di pecora cucita come una borsetta

Il borsat di Trepalle, carne di pecora cucita come una borsetta

Per "Paesi, paesaggi…" Davide Rampello si trova a Livigno, sull'altopiano più alto d'Europa a quasi 2000 metri di quota. Qui, nella frazione di Trepalle, viene conservato un ricco patrimonio di storie di montagna. L'inviato racconta la storia di Maria Domenica Silvestri detta "Menia", un'artigiana culinaria che tiene vive le tradizioni del luogo e prepara cibi come il borsat, la carne di pecora cotta in una maniera molto particolare.

Urbino, la città ideale rinascimentale colorato di blu guado

Urbino, la città ideale rinascimentale colorato di blu guado

Davide Rampello si addentra tra le bellezze di Urbino, nel paesaggio di Montefeltro: la "città ideale" del Rinascimento è posata sulla collina tra vicoli di archi e chiese. In questo scenario di meraviglia, il nuovo episodio di "Paesi, paesaggi…" ci parla di Alessandra, che ha aperto un laboratorio per la tintura con il quado, una tintura blu (il colore della nobiltà) il cui colore nasce da una pianta, l'Isatis tinctoria, con un procedimento tutto artigianale.