News

Codici identificativi agenti: la battaglia di Striscia è cominciata 27 anni fa

Codici identificativi agenti: la battaglia di Striscia è cominciata 27 anni fa

Codici identificativi agenti: la battaglia di Striscia è cominciata 27 anni fa

La proposta è tornata attuale dopo i fatti di Pisa del 23 febbraio 2024 quando la Polizia ha utilizzato i manganelli contro i ragazzi delle scuole superiori durante i cortei pro-Palestina. Striscia propose già nel 1997 che gli agenti fossero identificabili con «un bel numero, come i calciatori, così si può vedere chi commette qualche irregolarità».

Poter riconoscere gli agenti responsabili di eventuali abusi tramite numeri identificativi ben visibili sulle divise: una battaglia portata avanti da 27 anni da Striscia la notizia. Proposta che è tornata attuale nel corso della 36esima stagione del tg satirico di Antonio Ricci dopo i fatti di Pisa del 23 febbraio 2024. Quel giorno la Polizia ha utilizzato i manganelli contro i ragazzi delle scuole superiori che partecipavano ai cortei pro-Palestina caricandoli e disperdendoli: undici le persone rimaste ferite. Un fatto che ha spinto anche il presidente della Repubblica Sergio Mattarella a esprimersi in merito alle cariche («Con i ragazzi i manganelli esprimono un fallimento») e che ha riaperto il dibattito: tutti gli agenti di p.s. impegnati in interventi di questo tipo dovrebbero essere resi riconoscibili grazie a un codice identificativo ben visibile sul loro equipaggiamento. Questo strumento permetterebbe loro di rispondere di eventuali abusi ma anche di essere scagionati quando il compito di ordine pubblico viene svolto in modo corretto.

Striscia ne parlava già nel 1997 ma, incredibilmente, da allora nulla è cambiato, visto che in Parlamento giacciono ben cinque proposte di legge per rendere il codice identificativo obbligatorio.

La “Giornata della Legalità” del 2012 a Rimini e le proteste degli studenti contro gli interventi della Polizia

A Rimini il 17 novembre 2012 durante la “Giornata della Legalità” gli studenti protestarono contro gli interventi violenti della Polizia in occasione del corteo tenutosi a Roma tre giorni prima e chiesero formalmente che gli agenti venissero dotati di un identificativo. L’allora ministro dell’Interno Annamaria Cancellieri, intervistata da Sky Tg24, rispose che la delicata questione era allo studio, poiché «si deve trovare il modo di evitare che l’identificativo non metta a rischio la sicurezza degli operatori di Polizia».
Quindi una dozzina d’anni fa il dibattito in merito era ancora aperto, ben tre lustri dopo la prima proposta lanciata da Striscia, dopo alcuni servizi sugli scioperi dei Cobas contro le quote latte. In quell’occasione, nella puntata del primo dicembre del 1997, Enzo Iacchetti aveva suggerito all’allora ministro dell’Interno Giorgio Napolitano che gli agenti potessero essere resi identificabili mediante «un bel numero, come i calciatori, così si può vedere chi commette qualche irregolarità». Nota curiosa: Iacchetti, su questo tema, aveva fatto tre diversi esempi in cifre, citando i numeri 13, 15, 18 e questa terna, qualche giorno dopo, venne estratta al Lotto sulla ruota di Genova. Sullo stesso tema Ezio Greggio aveva inoltre precisato che il numero sull’equipaggiamento avrebbe anche potuto essere modificato nel tempo, per non marchiare a vita un agente.

Ultime News

tutte le news

Potrebbero interessarti anche...

vedi tutti
4 giugno 2024

4 giugno 2024

Violino e tastiera portatile, il duo che ha il fattore Strix - La prova più importante per Ursula von der Leyen è quella costume - Il pavone che non ha spazio per fare la ruota - Per salvare le Torri di Varano servirebbe un bonus Federico II - Il tubo fognario è vecchio e pericoloso ma a pagare sono i cittadini - Visite per l'idoneità alla pratica sportiva: il medico dov'è? - La casa sulla voragine, paura a Vallisnera dopo la frana - Il "Baccalà alla messinese"

3 giugno 2024

3 giugno 2024

I talenti di Strixfactor vincono il palco di"Striscia - La Russa e il virus antifascista - Roma, al Palazzo di Giustizia sono tornati gli scontrini - Auto mai consegnate, a Torino nessun rimborso all'orizzonte - Gadget a tutta tecno, compreso R2-D2 frigobar semovente - Le follie delle fiction, tra medici esagerati e cannoli fantasma - I taroccatori di chilometri truccano i numeri prima della revisione - Ossessionati dai like? Lucci a caccia di confessioni - I politici italiani ringraziano...

30 maggio 2024

30 maggio 2024

A Strixfactor c'è sempre spazio per la musica - Il Vespone a tu per tu con quella s***a della Meloni - Da Musica & Legalità "solo supporto organizzativo alla beneficenza" - Testamento sparito, piccoli gruzzoli e grandi bonifici - Laura Pausini dimagrisce stando a letto? Qui c'è puzza di truffa - Elly Schlein e Roger, uguali come due gocce di… Waters! - Cerignola, novità per il canale che bolle tra scarichi abusivi - A Striscia il cartellone: «È cacca ai ladri» - La Elly Schlein

24 maggio 2024

24 maggio 2024

A Strixfactor c'è chi fa il ritratto di Gerry Scotti - Dal Governo si va via? Lollobrigida: «Io.. io... no» - Castell'Arquato. Qui la distillazione dà una seconda vita ai frutti della terra - Monza e Brianza, viaggio in treno o viaggio della speranza? - Morello, le criptovalute e le piantumazioni mai avvenute - «Ma Amadeus dove sta? Sta rosicando forte, sento il "crik crok crak" da qua!» - Parma, famiglia sotto sfratto: a volte la realtà è diversa da come appare…

23 maggio 2024

23 maggio 2024

Strixfactor, il talento per l'imitazione - Ladri in casa di Salvini o una semplice cena tra colleghi? - A Licata è emergenza erosione costiera - Gadget curiosi? Provate il giardino zen da tavolo che sa disegnare - A Milano si vende cibo scaduto - A Striscia il cartellone c'è un pittore con un cognome che calza a pennello - Foggia, furti e campi di grano incendiati - Roma, candidati civetta ne abbiamo? - Salto del tornello? Meglio un biglietto per due - Corruzione tra i vip? C'è chi accett...

17 maggio 2024

17 maggio 2024

Strixfactor, la passione e il talento per la musica - Ignazio La Russa, un uomo democraticamente bello - Griffe tarocche, Trombetta mette in guardia dalle trappole - Capraia, uno degli allevamenti ittici più avanzati del Mediterraneo - Napoli, il mistero dei sacchetti con le gambe... - Che satira tira? Fassino testimonial di Pier'Or Mariuòl - Il dissenso comodo e il sessismo di Lagioia verso Melissa P - Highlander Dj, «Qui non siamo nel west, dillo tu a Bruno Vesp» - Tumori, le tante bugi...

16 maggio 2024

16 maggio 2024

StrixFactor, il regno del talento a ritmo di musica - Il Vespone, le europee e la tomba di Berlinguer danneggiata - Crisi idrica, "per fortuna" colpisce solo il Sud! - Basilicata, gli espropri mai avvenuti e la diga da abbattere - Progetto musica e legalità. Beneficenza senza trasparenza - Valeria Marini, alla sua festa di compleanno tutti in rosso - A Striscia il cartellone i bisogni si fanno all'aria aperta - Zia Elly: «Non stavo così male da quando hanno aperto Zara a Saint M...