News

Caso Soumahoro, la procura di Latina sequestra 650 mila euro alla coop. Indagata anche la moglie del sindacalista

Caso Soumahoro, la procura di Latina sequestra 650 mila euro alla coop. Indagata anche la moglie del sindacalista

Caso Soumahoro, la procura di Latina sequestra 650 mila euro alla coop. Indagata anche la moglie del sindacalista

Continua lo scandalo sulla Karibu, la cooperativa di Liliane Murekatete e Maria Thérése Mukamitsindo, rispettivamente la compagna e la suocera del sindacalista Aboubakar Soumahoro. Oggi la procura di Latina ha applicato un sequestro preventivo di oltre 639 mila euro nei confronti di Mukamitsindo e di oltre 13 mila verso altri due indagati, per un totale di più di 650 mila euro. Il denaro è stato considerato “profitto del reato” e riguarda delle fatture emesse dalla Karibu per “operazioni inesistenti” tra il 2015 e il 2019. Inoltre, la procura ha iscritto nel registro degli indagati anche la moglie di Soumahoro, Liliane Murekatete.

L’inchiesta

L’inchiesta, condotta dalla procura di Latina, è sulle attività delle cooperative che si occupano dei richiedenti asilo e dei minori non accompagnati nella provincia di Roma. La Karibu è stata sottoposta a una misura cautelare interdittiva, che consiste nel divieto per un anno di contrattare con la pubblica amministrazione e di esercitare imprese e uffici direttivi di persone giuridiche.

Il caso Aboubakar

Nell’ultimo periodo l’inchiesta sulla Karibu ha portato Striscia la Notizia a indagare più a fondo sulla controversa figura di Aboubakar Soumahoro e sulla storia dell’associazione socio-lavorativa Lega Braccianti, fondata da Soumahoro per migliorare la condizione di vita e di lavoro dei braccianti. I servizi di Pinuccio hanno ricostruito la storia della raccolta fondi organizzata dall’associazione per portare cibo e altri beni durante la pandemia. Ma quei soldi sono spariti. Dove sono finiti e per cosa sono stati usati? Le interviste a Yacouba Saganogo, una delle prime persone che Soumahoro ha conosciuto al suo arrivo in Italia, delineano un profilo poco cristallino del sindacalista e del suo modo di gestire i fondi destinati all’associazione.

Ultime News

tutte le news

Potrebbero interessarti anche...

vedi tutti
Incendi nei ghetti. Chi ne parla e chi finge di non sentire

Incendi nei ghetti. Chi ne parla e chi finge di non sentire

Aboubakar Soumahoro dice in tv che nessuno parla degli incendi nei ghetti, ma Rajae Bezzaz non fa altro da otto anni: a Striscia la notizia ha raccontato quelli di Boreano in Basilicata, nel gran ghetto di Rignano, a Rosarno, in Calabria, ancora a Rignano, e al ghetto dei bulgari vicino a Borgo Mezzanone. Poi, due anni dopo, a Rosarno, sull'isola di Lesbo, in Grecia, a Borgo Mezzanone. Onorevole, in questi anni non ha mai acceso la tv?

Caso Soumahoro, il leader costruito a tavolino: parola di Zoro

Caso Soumahoro, il leader costruito a tavolino: parola di Zoro

Aboubakar Soumahoro è un personaggio costruito a tavolino da alcuni maitre à penser della sinistra, in particolare dall'ex direttore dell'Espresso Marco Damilano e dal conduttore di Propaganda Live Diego Bianchi, noto come Zoro. Lo hanno detto in molti dopo lo scandalo che ha investito l'ex sindacalista e la sua famiglia. Striscia ora mostra in esclusiva un video girato al Festival del giornalismo di Perugia il 7 aprile 2019 in cui sono loro stessi ad ammetterlo

Fratoianni e Bonelli devono dimettersi per il Caso Soumahoro: il parere degli italiani

Fratoianni e Bonelli devono dimettersi per il Caso Soumahoro: ...

Gli onorevoli Nicola Fratoianni e Angelo Bonelli - rispettivamente leader di Sinistra Italiana e dei Verdi - devono dimettersi dopo l'affaire Soumahoro, per non aver ascoltato i molti avvertimenti di chi aveva più di qualche perplessità sull'operato dell'ex sindacalista di Lega Braccianti. È questo il parere dei telespettatori di Striscia la notizia: favorevoli alle dimissioni il 97% di chi ha detto la sua sul sito

Caso Aboubakar, gli avvertimenti su Soumahoro ignorati da Fratoianni e Bonelli

Caso Aboubakar, gli avvertimenti su Soumahoro ignorati da Fratoianni ...

Prima che Verdi e Sinistra Italiana candidassero Aboubakar Soumahoro, qualcuno aveva avvertito Fratoianni e Bonelli su alcune ambiguità nell'operato dell'ex sindacalista di Lega Braccianti. Si tratta dell'ex senatrice 5 Stelle Elena Fattori, dei due esponenti pugliesi di Sinistra Italiana Marco Barbieri e Mario Nobile e Don Andrea Pupilla e del responsabile della Caritas di San Severo. Ecco la ricostruzione completa dei fatti

Caso Soumahoro, intervista al sindacalista aggredito

Caso Soumahoro, intervista al sindacalista aggredito

Pinuccio torna a occuparsi del "caso Aboubakar", con un'intervista esclusiva a Mohammed Elmajdi. Il sindacalista della Cisl di Foggia ad agosto è stato aggredito e sequestrato all'interno del cosiddetto "Gran Ghetto di Rignano" da un gruppo di uomini riconducibili alla Lega Braccianti di Aboubakar Soumahoro. Episodio denunciato, tra le altre cose, anche nella lettera inviata da due esponenti di Sinistra Italiana (Marco Barbieri e Mario Nobile) al capo del partito, l'onorevole Nicola ...