A Taormina il piatto antispreco è il macco di fave fritto

Luca Galtieri è all'Istituto Pugliatti della meravigliosa località in provincia di Messina per illustrarci la ricetta del giorno a base di avanzi. Gli ingredienti sono: scarti di cipolla e fave, pane raffermo e pasta. La pietanza viene poi accompagnata dalla birra artigianale prodotta dai ragazzi nel birrificio didattico della scuola.

Luca Galtieri è all'Istituto Pugliatti della meravigliosa località in provincia di Messina per illustrarci la ricetta del giorno a base di avanzi. Gli ingredienti sono: scarti di cipolla e fave, pane raffermo e pasta. La pietanza viene poi accompagnata dalla birra artigianale prodotta dai ragazzi nel birrificio didattico della scuola.

08/04/2023

Potrebbero interessarti anche

vedi tutti
Baccalà su crema di finocchietto: il piatto anti-spreco è servito

Baccalà su crema di finocchietto: il piatto anti-spreco è servito

Luca Galtieri è a Paola, il più grande borgo del cosentino: in visita nell'Istituto alberghiero "San Francesco", dedicato al santo nato in città, patrono della Calabria: il piatto anti-spreco del giorno è una sfera con baccalà avanzato del giorno prima, bucce di formaggio e cipolla, pane raffermo, parte esterna del finocchio e foglie e per finire liquido di baccalà. E per recuperare, dai residui di caffè si creano anche saponi."

Sicilia, il primo dolce anti-spreco dell'anno: crispelline con bucce di agrumi

Sicilia, il primo dolce anti-spreco dell'anno: crispelline con ...

Con le feste che volgono al termine, un dolce è quello che ci vuole per trovare il buonumore. Ci pensa Luca Galtieri, in visita all'Istituto Fermi Eredia di Catania. Qui i giovani chef preparano il piatto anti-spreco del giorno: crispelline con bucce di agrumi di Sicilia. Il dolce viene preparato con bucce di agrumi, di mele, di pere, di arance e di limoni, oltre a polpa di mele e pere frullate. Tutti ingredienti siciliani. La pietanza viene servita con una spolverata di zucchero a velo o ...

Nella stessa puntata

tutti i servizi della puntata
Continua la battaglia per riconoscere la Diastasi come patologia

Continua la battaglia per riconoscere la Diastasi come patologia

Angelica Massera torna sul problema di chi soffre delle conseguenze della separazione dei due muscoli retti dell'addome, una patologia che colpisce più spesso (ma non solo) donne che hanno appena partorito. Nel 2022 la promessa di un tavolo tecnico da parte dell'allora sottosegretario Sileri. L'obiettivo? Discutere la copertura delle cure e dell'intervento da parte del Servizio Sanitario Nazionale. In un anno è cambiato il governo, ma per chi soffre di questo problema non è cambiato niente.

Top 10 Video

tutti i video
“Se ti spogli non paghi”: le proposte sconce (senza ricevuta) del mental coach

“Se ti spogli non paghi”: le proposte sconce (senza ...

«Ti vuoi riprendere? Allora devi diventare porca». Questo è uno dei pochi consigli ripetibili tra quelli - molto volgari - di un presunto "mental coach" che opera a Palermo, smascherato da Stefania Petyx. L'inviata raccoglie la testimonianza di una vittima e documenta il suo modus operandi. E quando il gancio di Striscia chiede di avere una ricevuta, la risposta è: «Non la rilascio: non sono uno psicologo quindi non potresti neanche scaricarla». Domani la seconda parte del ...

10 maggio 2023

10 maggio 2023

Mondo virtuale, il nuovo rap di Gerry e Michelle - Beppe Grillo tra lo schiaffo a Conte e le riforme di Meloni - "Se ti spogli non paghi": le proposte sconce (senza ricevuta) del mental coach - Lucci: facciamo le riforme con l'intelligenza artificiale? - BagniStar, inizio lavori mai: negato il diritto di recesso - A smaltire i rifiuti di Roma ci pensa Riverider - Così l'intelligenza artificiale aiuta a curare le malattie - Il "Risotto con lattuga di mare" di Valerio Serino e Lucia De Luca ...

Lilli e gli orecchini: per La7 non c’è contratto. Ma si può fare?

Lilli e gli orecchini: per La7 non c’è contratto. Ma si ...

Torniamo a occuparci dello sfoggio reiterato di orecchini di una nota marca (Vhernier) da parte di Lilli Gruber nel programma "Otto e mezzo" su La7. La rete fa sapere che «né la dott.ssa Gruber né l'emittente hanno in essere alcun contratto pubblicitario con l'azienda Vhernier». Il dubbio rimane: i giornalisti possono indossare, anche senza specifici contratti, monili riconoscibili sempre della stessa marca? Si può fare?

use DateTime;