News

Codacons premia Morello per il lavoro a favore dei consumatori

Codacons premia Morello per il lavoro a favore dei consumatori

Codacons premia Morello per il lavoro a favore dei consumatori

L’inviato di Striscia la notizia ha ricevuto il Premio Amico Consumatore 2023 «per avere operato a favore dei diritti dei cittadini». Quest’anno si è occupato del filone su Facile Ristrutturare, un’impresa edile che ha lasciato scontenti molti clienti. Dopo i servizi, l’Antitrust ha aperto un nuovo procedimento nei confronti della società edile.

Anche Moreno Morello, inviato di Striscia la notizia, è tra i vincitori del Premio Amico Consumatore 2023 del Codacons. La cerimonia di consegna si è tenuta il 12 luglio a Roma, nella Sala Congressi di Palazzo Rospigliosi. Sono i consumatori a decidere a chi assegnare il riconoscimento, scegliendo chi si è distinto per l’impegno a tutela dei diritti dei cittadini a favore della collettività. Moreno Morello «ha dimostrato un’incredibile determinazione nel contrastare le truffe», si legge nell’attestato che gli è stato consegnato durante la premiazione, «in particolare quelle legate alla falsificazione di denaro e ai guaritori fraudolenti. Ha lavorato instancabilmente per educare il pubblico su come riconoscere e prevenire queste pratiche ingannevoli. Il suo impegno e la sua capacità di sensibilizzare il pubblico sono un esempio positivo per tutti coloro che lottano per i diritti dei consumatori». 

Moreno Morello e i servizi su Facile Ristrutturare

Oltre ai raggiri legati alla falsificazione delle banconote e ai falsi guaritori, Morello si è occupato più volte anche delle truffe organizzate nel campo edile. In particolare, quest’anno si è dedicato al filone su Facile Ristrutturare, un’impresa edile leader del settore. Intorno ad essa è stata creata anche una serie web che racconta i lavori nelle abitazioni dei Vip. Sembrano tutti soddisfatti degli interventi di ristrutturazione. In realtà, però, Striscia la notizia ha ricevuto diverse segnalazioni di clienti normali scontenti dell’operato della società. 

Codacons, il premio assegnato a chi si impegna sul tema dei diritti e della legalità

I soggetti destinatari del premio appartengono a diversi ambiti. Dalla politica, alle istituzioni, alle imprese, alla società civile, fino ad arrivare ai personaggi televisivi. Tra i vincitori, il ministro della salute Orazio Schillaci, il presidente Eni Giuseppe Zafarana, i generali della Guardia di Finanza Ivano Maccani e Alessandro Butticè, Poste Italiane, il presidente aggiunto della Corte dei Conti Tommaso Miele, il magistrato antimafia Caterina Chinnici, Coldiretti Giovani, l’arbitra iraniana Sanam Shirvani e la giornalista della Rai Monica Setta. Hanno ricevuto il riconoscimento anche comuni cittadini che si sono fatti conoscere per gesti e iniziative riguardanti il tema dei diritti e della legalità. Come i cittadini di Cutro, che lo scorso febbraio hanno soccorso i migranti naufragati sulle coste della Calabria e Giulietta Debola, che ha sfidato Chiara Ferragni con una critica sull’uso del corpo femminile sui social. C’è poi don Giorgio Scatto, che con il progetto Fare Comune ha migliorato il proprio territorio e le politiche di immigrazione, accoglienza e integrazione

Dopo i servizi di Striscia, l’Antitrust ha aperto un nuovo procedimento

I servizi di Morello su Facile Ristrutturare sono stati rilanciati anche da Codacons e nel servizio del 23 marzo l’inviato ha annunciato una novità: l’Antitrust ha aperto un nuovo procedimento nei confronti della società (la prima istruttoria era stata chiusa il 7 novembre) e contro il gruppo Renovars per pratica commerciale scorretta. 

Ultime News

tutte le news

Potrebbero interessarti anche...

vedi tutti
Gli squali dei contratti di luce e gas pt. 2. Bugie e insulti agli anziani

Gli squali dei contratti di luce e gas pt. 2. Bugie e insulti ...

Moreno Morello continua l'inchiesta sull'agenzia attiva tra Lazio e Piemonte che, presentandosi come partner di Acea Energia, avrebbe raggirato gli utenti che avevano appena cambiato fornitore, tentando di farli tornare sui proprio passi sostenendo che ci fossero (false) anomalie nelle bollette, risolvibili con un intervento tecnico. In realtà lo scopo era fargli firmare un nuovo contratto. L'inviato intervista Giuseppe Lauretti, l'avvocato dell'agenzia

Acquisti, investimenti? Ma no, si trattava di donazioni o contributi associativi

Acquisti, investimenti? Ma no, si trattava di donazioni o contributi ...

Moreno Morello continua l'indagine sul "promotore" che avrebbe facilitato il trasferimento all'estero di circa un milione di euro di tanti cittadini attraverso la piattaforma Venice Swap. L'ideatore dei gettoni che tante persone ricevevano a seguito dei versamenti in euro è l'indipendentista veneto Gianluca Busato, che dice: questi "token", o gettoni digitali, non erano una forma di investimento, ma un sostegno a un club di imprenditori