News

Crolla il solaio di una palazzina dell’Arca a Bari, strage sfiorata

Crolla il solaio di una palazzina dell’Arca a Bari, strage sfiorata

Crolla il solaio di una palazzina dell’Arca a Bari, strage sfiorata

A Bari il solaio di una palazzina di Arca Puglia è crollato portando con sé anche il balcone sottostante. Sono state evacuate otto famiglie e il boato ha terrorizzato tutto il quartiere.

Striscia aveva già documento le condizioni in cui versavano le abitazioni del quartiere San Paolo gestiste dall’Arca, a Bari, con relative situazioni di pericolosità per l’incolumità degli inquilini.


Prima che i soccorsi potessero arrivare, il balcone è rimasto pericolosamente in bilico, con il rischio di poter cadere da un momento all’altro. Sono stati attimi di agitazione per le persone che vivono nel quartiere: sul posto sono intervenuti gli agenti della Polizia e i Vigili del fuoco che hanno transennato l’area e fatto i rilievi del caso.

Da tempo i cittadini lamentano la mancanza di manutenzione in diverse palazzine, che ricordiamo sono di proprietà di Arca Puglia, gli inquilini si lamentavano con il nostro inviato Pinuccio di pioggia all’interno della propria casa o anche per l’umidità diffusa (solo per citare alcuni dei tanti problemi).

La società Arca aveva già spiegato, anche a mezzo stampa, che le difficoltà legate alla manutenzione non erano di loro incombenza, ma era compito di alcune aziende che avevano vinto la gara d’appalto. Sono diversi gli immobili di proprietà Arca che necessitano di interventi più corposi e non di una semplice manutenzione.

La società aveva dichiarato di avere in previsioni ristrutturazioni importanti sfruttando anche il bonus del 110%: l’investimento dovrebbe essere pari a 200 milioni di euro.

Ultime News

tutte le news

Potrebbero interessarti anche...

vedi tutti
Caso Soumahoro, le raccolte fondi online e il mistero della salma

Caso Soumahoro, le raccolte fondi online e il mistero della salma

Pinuccio indaga sulle raccolte fondi lanciate online dalla Lega Braccianti di Soumahoro con lo scopo dichiarato di aiutare chi vive nei ghetti. Sulla piattaforma di raccolta fondi GoFundMe si trovano tre campagne dell'associazione di Sumahoro: una per l'acquisto di cibo durante la pandemia, una per i regali di Natale ai bambini del Ghetto (dove non ci sono bambini) e la terza per organizzare uno sciopero. In tutto, sono stati raccolti così 280.000 euro. Peccato che i conti non tornino

Aboubakar Soumahoro, l'intervista esclusiva al direttore della Caritas di San Severo

Aboubakar Soumahoro, l'intervista esclusiva al direttore della ...

Pinuccio torna sul caso di Aboubakar Soumahoro, autosospesosi da deputato di Alleanza Verdi e Sinistra, con la prima e unica intervista televisiva a don Andrea Pupilla, direttore della Caritas Diocesana di San Severo. Soumahoro in passato aveva raccolto 16mila euro per fare dei regali ai bambini del ghetto di San Severo, annunciando con gran risalto l'iniziativa vestito da Babbo Natale in un video. Peccato che, come rivela don Andrea Pupilla, «nel ghetto di Torretta Antonacci bambini non ...