News

Juventus a processo: plusvalenze, la profezia di Striscia

Juventus a processo: plusvalenze, la profezia di Striscia

Juventus a processo: plusvalenze, la profezia di Striscia

Venerdì 20 gennaio per la Juventus è il giorno del giudizio. Primo di una serie, forse, se la Corte d’Appello Federale della Figc deciderà di aprire un processo bis sulle plusvalenze che riguardano i trasferimenti dei calciatori. Il primo processo era stato chiuso (o “archiviato” come si dice in legalese) lo scorso maggio. Poi l’inchiesta Prisma della procura di Torino ha portato a riaprire l’indagine, che in caso di condanna potrebbe avere conseguenze pesanti per la Juventus, nella peggiore delle ipotesi addirittura la radiazione.

Striscia la notizia racconta la questione delle plusvalenze fittizie, o “a specchio” da molti anni, fin dal 2018. In questo servizio del 3 dicembre 2021, Moreno Morello si domanda perché i processi sportivi allora si erano tutti arenati. Guardatelo fino alla fine, è un servizio “profetico”.

L’udienza preliminare dell’inchiesta Prisma, quella del tribunale ordinario, è in programma il 27 marzo 2023: riguarda 13 imputati, tra i quali Andrea Agnelli e la società Juventus. La magistratura ha più mezzi e possibilità della giustizia sportiva e ha raccolto molte prove in più, che ora dovranno essere sottoposte a un processo che si annuncia complesso e combattuto.

La Juventus ha già cambiato presidente e consiglio d’amministrazione, anche per presentarsi più agguerrita in aula, e ha fatto uscire un comunicato stampa per rispondere preventivamente al servizio del programma Report della Rai, andato in onda il 16 dicembre 2023, in cui dice sostanzialmente che ciò che è uscito sui giornali finora è tutto sbilanciato dalla parte dell’accusa e che “una completa analisi di tutta la documentazione, composta da migliaia di pagine e di intercettazioni integrali, potrà essere compiuta solamente nelle sedi competenti”, cioè, appunto, in tribunale.

Certo non è un momento facile per i tifosi della Juventus, con la squadra fuori dalla Champions League e staccata dal Napoli in campionato. Meglio prenderla sul ridere, come ha fatto Striscia la notizia il 30 novembre 2021, nei giorni delle dimissioni del presidente Andrea Agnelli (per cui tra l’altro furono pure chiesti gli arresti domiciliari, negati poi dal giudice). Chissà cosa ne avrebbe detto un altro Agnelli, Gianni, l’Avvocato.

Ultime News

tutte le news

Potrebbero interessarti anche...

vedi tutti
Integratori online e testimonial inventati: ora arrivano anche i finti sconti

Integratori online e testimonial inventati: ora arrivano anche ...

Moreno Morello torna con un altro episodio di Malattie aberranti per mostrarci come i furbetti che vendono online integratori di ogni tipo continuino a utilizzare l'immagine di personaggi celebri e medici a sproposito e senza la loro autorizzazione, promuovendo i prodotti in modo sleale e scorretto. Non solo: ora il nostro inviato ha scoperto che per attirare ulteriormente l'attenzione degli utenti, negli articoli e negli annunci pubblicitari si incentiva ad acquistare proponendo giochi ...

2000 euro di cauzione, ma dei lavori con l'ecobonus non c'è ancora traccia

2000 euro di cauzione, ma dei lavori con l'ecobonus non c'è ...

Moreno Morello torna a parlarci del superbonus 110%. Pare infatti che un'azienda di Rimini, La Ngc, chiedesse una cauzione di 2000 euro ai cittadini che volevano aderire all'ecobonus affidandosi a dei professionisti per la parte amministrativa e quella edilizia (cauzione che poi doveva essere restituita). Peccato che ad essersi affidati alla Ngc siano stati in molti e che sia passato parecchio tempo senza alcun avvio dei lavori nella maggior parte dei casi