News

Striscia la notizia, il contratto Ilva-Mittal sotto i riflettori

Striscia la notizia, il contratto Ilva-Mittal sotto i riflettori

Striscia la notizia, il contratto Ilva-Mittal sotto i riflettori

In primo piano a Striscia la notizia il caso Ilva-Mittal. Pinuccio è a Taranto, dove le acciaierie proseguono il lavoro dopo la firma del contratto tra Governo e la Arcelor Mittal. Secondo Alessandro Marescotti, presidente di Peacelink, che cita l’Avvocatura di Stato, la fabbrica poteva essere chiusa e il contratto con la Mittal annullato in quanto era presente una ragione di pubblico interesse.

Marescotti sostiene anche che i filtri (ibridi) scelti dalla nuova proprietà, a discapito di quelli vecchi e funzionanti, aumentano l’inquinamento. E che la Mittal ha preteso l’immunità penale, ovvero un riparo da ogni tipo di accusa di inquinamento per chi segue il piano ambientale.

Infine, Massimo Battista, consigliere comunale di Taranto ed ex Movimento 5 stelle spiega che l’accordo con Mittal causerà perdite di occupazione. Inoltre, nel contratto è presente una clausola “molto strana”: chi andrà in esubero non potrà fare causa all’azienda o chiedere un risarcimento”. Di fronte alla nuova situazione dell’Ilva, a Pinuccio sorge spontanea una domanda: «Ma che contratto hanno fatto?».

Ultime News

tutte le news

Potrebbero interessarti anche...

vedi tutti
Aboubakar Soumahoro, l'intervista esclusiva al direttore della Caritas di San Severo

Aboubakar Soumahoro, l'intervista esclusiva al direttore della ...

Pinuccio torna sul caso di Aboubakar Soumahoro, autosospesosi da deputato di Alleanza Verdi e Sinistra, con la prima e unica intervista televisiva a don Andrea Pupilla, direttore della Caritas Diocesana di San Severo. Soumahoro in passato aveva raccolto 16mila euro per fare dei regali ai bambini del ghetto di San Severo, annunciando con gran risalto l'iniziativa vestito da Babbo Natale in un video. Peccato che, come rivela don Andrea Pupilla, «nel ghetto di Torretta Antonacci bambini non ...

Canale Tittadegna, tra rifiuti e inquinamento ambientale

Canale Tittadegna, tra rifiuti e inquinamento ambientale

Pinuccio trova a Barletta per parlarci del canale Tittadegna, che dovrebbe raccogliere acque piovane ma che in realtà è un covo di rifiuti. L'inquinamento riguarda non solo il canale, visto che il corso d'acqua sversa nel fiume Ofanto e in seguito in mare. E la questione è ancora più grave se si considera che tra i rifiuti ce ne sono alcuni che destano particolari preoccupazioni. Il nostro inviato ha chiesto spiegazioni all'assessore all'Ambiente del Comune di Barletta, Anna Maria Riefolo

La Rai non paga i diritti ai cantanti, il super scoop di Striscia

La Rai non paga i diritti ai cantanti, il super scoop di Striscia

Grande scoop di Rai Scoglio 24: Pinuccio, grazie ad AFI (Associazione Fonografici Italiani), ha scoperto che la Rai deve oltre 30 milioni di euro a cantanti italiani e stranieri del calibro di Tiziano Ferro, Sting, Marco Mengoni e Fedez per una questione di diritti connessi di riproduzione. Non solo: sempre secondo Sergio Cerruti, presidente AFI, la tv di Stato starebbe spendendo soldi pubblici per secretare alcuni documenti legati al Festival di Sanremo