News

Dopo l’agguato a Brumotti, blitz della polizia allo Zen

Gli agenti hanno sequestrato hashish, marijuana, cocaina e un vero e proprio arsenale. Tre arresti.

Maxi operazione della polizia di Palermo nella zona intorno a via Costante Girardengo, allo Zen, la stessa zona dove domenica scorsa è scattata l’aggressione a Vittorio Brumotti e alla troupe di Striscia la notizia. Un’intera famiglia è finita in carcere con le accuse di detenzione di armi, possesso e produzione di droga: in manette sono finiti Gabriele Ferrazzano, 19 anni ma già con precedenti penali, suo padre Salvatore, 50 anni, e la madre Maria Vallecchia di 49. Nella loro abitazione, al terzo piano di una palazzina di via Costante Girardengo, i poliziotti delle Volanti hanno sequestrato 432 stecche di hashish, 5 chili di marijuana, un fucile a canne mozze con 25 cartucce calibro 12 e una balestra. Dietro a una parete in cartongesso vicino alla camera da letto, gli agenti hanno poi trovato una serra dove erano coltivate 60 piante di marijuana, mentre, dentro a un buco nel muro, dietro l’armadio della cucina, erano nascoste due pistole calibro 9 con 3 caricatori e 71 proiettili. Infine, nel bagno, in un’intercapedine ricavata tra il pavimento e la vasca, sono stati scoperti alcuni sacchi pieni di marijuana essiccata e cocaina.