News

Agli arresti domiciliari Anna Telesco, la donna che prometteva lavoro in cambio di soldi

Prometteva posti di lavoro nella sua ditta di ristorazione in cambio di soldi. È finita agli arresti domiciliari Anna Telesco, la donna accusata di associazione per delinquere finalizzata alla truffa.

L’indagine della Procura di Napoli nord è partita dopo il servizio di Striscia in cui Luca Abete mostrava come l’ex donna di fiducia del “re” dello zucchero Dante Passarelli, raccontasse ai giovani che si rivolgevano a lei in cerca di occupazione di aver vinto alcuni appalti per la fornitura di cibo in alcune strutture sanitarie e di avere quindi bisogno di manodopera per la mensa.


Come mostrato dalle telecamere del nostro inviato, la Telesco organizzava i presunti corsi di formazione nel bar di fronte la clinica Pineta Grande, una delle strutture per le quali sosteneva di avere una commessa, proiettando perfino filmati e diapositive.

Secondo quanto riportato da Il Mattino, i Carabinieri avrebbero convocato uno a uno i truffati fino a compilare oltre 150 verbali di persone che dichiaravano di essere state truffate. La pm avrebbe poi confezionato la richiesta di arresto, firmata dal gip del tribunale.

Con lei sarebbero indagate anche altre cinque persone, di cui tre già note alle forze dell’ordine, per le quali è stato disposto l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Sarebbero stati loro, infatti, l’anello di congiunzione tra la donna e le persone in cerca di lavoro.

La Telesco si difende sostenendo che non si tratti di una truffa, versione che confermerà nei prossimi giorni durante l’interrogatorio di garanzia. Già nel 2002 la sua ditta, la Euro Catering Service era stata denunciata da alcuni genitori di bambini del circolo didattico di Aversa che criticavano la qualità delle pietanze e il non rispetto delle scadenze impresse sulle confezioni.
 


Redazione web Striscia la notizia