News

I rapporti tra MN Italia e la Rai sono sempre meno chiari

I rapporti tra MN Italia e la Rai sono sempre meno chiari

I rapporti tra MN Italia e la Rai sono sempre meno chiari

Questa sera, a Striscia la notizia (Canale 5, ore 20.35), Pinuccio torna a occuparsi del presunto conflitto di interessi tra Marcello Giannotti, direttore della comunicazione Rai, e MN Italia, società presso cui Giannotti lavorava e che ha preso incarichi diretti dalla Tv pubblica.

Tra la Rai e l’agenzia di comunicazione non è ancora chiaro se sia mai esistito un contratto che affidava la gestione dell’ufficio stampa del Festival di Sanremo a Mn Italia. Questo perché, nonostante non ci siano state conferme ufficiali dell’appalto all’agenzia, oggi l’onorevole Michele Anzaldi, membro della Commissione Vigilanza Rai, intervistato da Pinuccio, ha dichiarato che grazie alla denuncia di Striscia l’incarico non verrà assegnato a Mn. 

A questo punto restano ancora senza risposta le domande di Striscia: c’era o non c’era un contratto? Se c’era, è stato annullato per risparmiare denaro pubblico e dare l’incarico a giornalisti interni Rai? O perché anche secondo la Tv pubblica potrebbe esserci un conflitto di interessi?

Nel frattempo, l’ad Rai Fabrizio Salini mantiene un rigoroso silenzio, come già riportato nel servizio di Striscia andato in onda ieri sera.

Redazione web Striscia la notizia

Ultime News

tutte le news

Potrebbero interessarti anche...

vedi tutti
Aboubakar Soumahoro, l'intervista esclusiva al direttore della Caritas di San Severo

Aboubakar Soumahoro, l'intervista esclusiva al direttore della ...

Pinuccio torna sul caso di Aboubakar Soumahoro, autosospesosi da deputato di Alleanza Verdi e Sinistra, con la prima e unica intervista televisiva a don Andrea Pupilla, direttore della Caritas Diocesana di San Severo. Soumahoro in passato aveva raccolto 16mila euro per fare dei regali ai bambini del ghetto di San Severo, annunciando con gran risalto l'iniziativa vestito da Babbo Natale in un video. Peccato che, come rivela don Andrea Pupilla, «nel ghetto di Torretta Antonacci bambini non ...

Canale Tittadegna, tra rifiuti e inquinamento ambientale

Canale Tittadegna, tra rifiuti e inquinamento ambientale

Pinuccio trova a Barletta per parlarci del canale Tittadegna, che dovrebbe raccogliere acque piovane ma che in realtà è un covo di rifiuti. L'inquinamento riguarda non solo il canale, visto che il corso d'acqua sversa nel fiume Ofanto e in seguito in mare. E la questione è ancora più grave se si considera che tra i rifiuti ce ne sono alcuni che destano particolari preoccupazioni. Il nostro inviato ha chiesto spiegazioni all'assessore all'Ambiente del Comune di Barletta, Anna Maria Riefolo

La Rai non paga i diritti ai cantanti, il super scoop di Striscia

La Rai non paga i diritti ai cantanti, il super scoop di Striscia

Grande scoop di Rai Scoglio 24: Pinuccio, grazie ad AFI (Associazione Fonografici Italiani), ha scoperto che la Rai deve oltre 30 milioni di euro a cantanti italiani e stranieri del calibro di Tiziano Ferro, Sting, Marco Mengoni e Fedez per una questione di diritti connessi di riproduzione. Non solo: sempre secondo Sergio Cerruti, presidente AFI, la tv di Stato starebbe spendendo soldi pubblici per secretare alcuni documenti legati al Festival di Sanremo