News

Rai, la Corte dei Conti chiede di eliminare sprechi e inefficienze

Rai, la Corte dei Conti chiede di eliminare sprechi e inefficienze

Rai, la Corte dei Conti chiede di eliminare sprechi e inefficienze

“È necessario che la Rai ponga in essere ogni misura organizzativa, di processo e gestionale, per eliminare inefficienze e sprechi, assicurando un maggior contenimento dei costi e migliorando l’equilibrio economico e gestionale, viste le perdite, per il terzo anno consecutivo, di conto economico”. Ad affermarlo è la Corte dei conti che segnala come, per il terzo anno consecutivo, la Rai continui ad accusare delle perdite.

Striscia da tempo si occupa degli sprechi della tv di Stato e nell’ultimo periodo ha sottolineato diverse inefficienze grazie a Pinuccio e alla sua rubrica “Rai Scoglio 24”. Tempo fa, per esempio, avevamo notato che l’edizione notturna dei TGR costerebbe più degli altri telegiornali della rete, pur riproponendo gli stessi servizi dell’edizione delle 19.


Dopo i servizi di Striscia che avevano messo in luce questo sperpero di denaro pubblico, la maggioranza del Cda aveva votato per la cancellazione, non senza il consueto strascico di polemiche da parte dell’Usigrai.


Il nostro inviato aveva anche segnalato la presenza di un canale mai acceso, il canale inglese; finanziato dallo Stato, il cui direttore era stato spostato a capo della Direzione di altre strutture.

Tornando ai dati emersi dai conteggi dela magistratura contabile, per mantenere le sedi Rai, sia in Italia che all’estero, la Tv di Stato spende ogni anno oltre 70 milioni di euro. Numeri poco giustificabili, se si considera che rappresentano – come si legge su La Verità – il 70% di tutti gli introiti di una tv come La7.
Su questo fronte pesa non poco l’ormai celebre Rai Corporation, faraonica (soprattutto in merito ai costi) sede USA, in liquidazione ormai da tempo e che solo nell’ultimo anno ha comportato un onere di ben 7 milioni. In merito ai costi delle sedi all’estero, il servizio pubblico non ha mai saputo dare grandi spiegazioni.

Nel corso dell’ultima stagione il nostro tg satirico aveva anche fatto un’inchiesta su San Marino Rtv, la tv di stato della Repubblica di San Marino, con un capitale sociale costituito per metà dalla Rai: per via di un accordo tra il ministero degli Esteri italiano e quello di San Marino, l’emittente della Repubblica riceverebbe un contributo dall’Italia pari a 5 milioni di euro l’anno; dopo i nostri servizi i 5 milioni sono stati congelati.

Le inchieste di Striscia e Pinuccio sulla Rai non passano di certo inosservate e numerose volte sono anche approdate in Parlamento.

Ultime News

tutte le news

Potrebbero interessarti anche...

vedi tutti
La Rai non paga i diritti ai cantanti, il super scoop di Striscia

La Rai non paga i diritti ai cantanti, il super scoop di Striscia

Grande scoop di Rai Scoglio 24: Pinuccio, grazie ad AFI (Associazione Fonografici Italiani), ha scoperto che la Rai deve oltre 30 milioni di euro a cantanti italiani e stranieri del calibro di Tiziano Ferro, Sting, Marco Mengoni e Fedez per una questione di diritti connessi di riproduzione. Non solo: sempre secondo Sergio Cerruti, presidente AFI, la tv di Stato starebbe spendendo soldi pubblici per secretare alcuni documenti legati al Festival di Sanremo

Stalking al Tg1, il problema delle flatulenze

Stalking al Tg1, il problema delle flatulenze

Pinuccio e Rai Scoglio 24 esprimono il loro sostegno a Dania Mondini, conduttrice del Tg1 e vittima di stalking a Viale Mazzini. Il nostro collega si chiede come mai l'Usigrai, il sindacato dei giornalisti Rai, sempre molto combattivo quando si tratta di tagli di tg regionali, non si sia fatto sentire altrettanto vigorosamente sul caso di Mondini, costretta a una coabitazione punitiva con un collega con problemi di flatulenze & affini

I misteri di Saxa Rubra, gli sprechi Rai non finiscono mai

I misteri di Saxa Rubra, gli sprechi Rai non finiscono mai

A Rai Scoglio 24 Pinuccio raccoglie la testimonianza di un dipendente della tv di Stato andato da poco in pensione che a Pinuccio svela alcune stranezze che accadono nel centro di produzione Rai di Saxa Rubra. Dalle auto aziendali utilizzate per scopi privati ai dipendenti che continuano a percepire le maggiorazioni di stipendio per i turni notturni che in realtà sono coperti da esterni: i misteri senza risposta di Saxa Rubra

La Rai dei freelance e degli ex fidanzati, a spese nostre

La Rai dei freelance e degli ex fidanzati, a spese nostre

Pinuccio si fa portavoce delle lamentele dei dipendenti Rai, contrariati per l'eccessivo ricorso a collaboratori esterni da parte dell'azienda, come accaduto per le elezioni presidenziali francesi. Poi c'è il caso del giornalista freelance Gian Micalessin, ex fidanzato della direttrice del Tg1 Monica Maggioni, apparso nei servizi del Tg1 in Ucraina e più volte nella trasmissione di Raiuno Settestorie, sempre condotta da Maggioni. ?Insomma, nonostante le tante risorse Rai disposte a ...