News

Rassegna stramba, le notizie più assurde della settimana

Le fake news ormai sono all’ordine del giorno ed è sempre più difficile distinguere le notizie vere da quelle false.
A essere sinceri, spesso la realtà supera la fantasia e certi fatti impiegano pochissimo a diffondersi, giusto il tempo di un click. Notizie talmente folli che meritano una rassegna a parte.
Ecco quelle che ci hanno fatto più ridere questa settimana.


Il sogno di ogni dipendente (da corriere.it)

Chi non si è ritrovato almeno una volta nella vita a immaginare cosa avrebbe fatto il suo ultimo giorno di lavoro? E soprattutto quanti non hanno desiderato fare qualcosa di folle.
Da oggi c’è un nuovo paladino della scrivania. Si tratta di un ex dipendente di banca brasiliano, che – dimissionario – ha deciso di presentarsi in ufficio nell’ultima giornata lavorativa vestito da Uomo Ragno.
Tra un’arrampicata sugli armadietti e un saluto ai colleghi, l’uomo ha letteralmente fatto impazzire il suo capo, come si legge nelle didascalie apparse su Instagram, dove in fretta sono diventate virali le foto che lo ritraevano.


Fidanzato affittasi (da Huffington Post)

Instagram rulez. Ormai è inutile negarlo: i social sono una parte fondamentale della nostra quotidianità, sempre più votata all’immagine.
Per andare incontro alle nuove tendenze del mercato, un’agenzia di viaggi ha deciso di offrire la possibilità ai turisti single in gita a Roma di affittare un fidanzato con cui fare foto e selfie romantici in giro per la città eterna.
L’Insta Boyfriend è al tempo stesso un fotografo professionista e seguirà le turiste tra i vicoli di Roma per farle sentire “modelle per un giorno” e dare loro una serie di immagini da condividere sul suo profilo.
Il costo del tour è di 735 euro, cui si aggiungono altri 350 euro di fidanzato a noleggio.
Di certo non proprio alla portata di tutte, ma gli organizzatori promettono che il loro è un fidanzato anche migliore di quello vero: almeno non si lamenta e fa sicuramente delle belle foto.
 



Genio incompreso (da gazzettadiparma.it)

Altro che Diabolik o Arsenio Lupin. Il vero genio del crimine è un 28enne kosovaro, ricercato internazionale su cui pende un mandato di cattura dell’Autorità giudiziaria tedesca per reati contro il patrimonio.
L’uomo è stato arrestato a Lodi, dopo che lui stesso si è presentato in caserma per denunciare lo smarrimento dei suoi documenti. I solerti carabinieri hanno fatto qualche controllo sulla sua posizione in Italia e in generale in Europa e hanno scoperto di avere davanti un fuggitivo. Il 28enne è stato dunque portato in carcere a Lodi, a disposizione per l'estradizione. Non prima, però, di aver ultimato la sua denuncia per smarrimento.


Odori molesti (da IlMessaggero.it)

A tutto c’è un limite. O almeno così la pensa Reem, 26enne egiziana che ha deciso di lasciare Ahmed dopo solo un mese di matrimonio. Il motivo della discordia? Le flatulenze di lui.
«Gli ho chiesto di andare dal dottore per farsi visitare, di curare il suo stomaco, ma lui ha rifiutato e mi ha risposto: io mi riposo cosi. Gli odori cattivi che produce sono incontrollabili e così non si può andare avanti», ha dichiarato la donna a un giornale locale. La giovane ha raccontato di averle provate tutte per convincere il marito a consultare uno specialista, senza successo.
«Ho chiesto aiuto a tutti - ha detto la giovane sposina - ho persino parlato con la sorella maggiore, ho raccontato che la situazione è insopportabile e che così non posso andare avanti. Ma anche lei si è rifiutata di ascoltarmi, e così non ho avuto altra scelta che la separazione». Ora Reem è tornata a casa dei genitori, Ahmed è rimasto della sua posizione. «Mi sono sbarazzata di quella vita maleodorante».


Voyeur inconsapevole (da IlGiornale.it)

Ogni adolescente almeno una volta nella vita ha pensato di vedere un porno. E questa giovane ragazza inglese non fa eccezione. Peccato che quello che doveva essere un momento di curiosità e sollazzo si è trasformato in un trauma quando si è resa conto che il VHS che stava guardando non era un porno, ma un sex tape casalingo dei genitori.
Solo dopo anni la ragazza ha deciso di raccontare l’episodio che l’ha tormentata e che rappresenta per molti uno dei peggiori incubi possibili. Sul suo blog ha spiegato di come quella mattina avesse deciso di non andare a scuola e si fosse messa a curiosare tra le cose di mamma e papà scovando la cassetta.
Quelli ritratti erano un uomo e una donna che facevano sesso sul divano, in modo anche abbastanza tradizionale. Una scena così noiosa da indurre la giovane a concentrarsi sugli elementi di contorno. E lì ha avuto la folgorazione: quella location le era familiare. E quell’aggrovigliamento di corpi era la sua famiglia.