News

Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne: perché è importante parlarne

Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne: perché è importante parlarne

Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne: perché è importante parlarne

Il 25 novembre si celebra la Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, istituita dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite nel 1999.
Una data non casuale, voluta dall’Onu per ricordare tutte le donne vittime di soprusi e sensibilizzare l’opinione pubblica e le istituzioni prendendo a esempio il brutale assassinio di tre donne nel 1960.

Le sorelle Mirabal, attiviste politiche della Repubblica Domenicana si stavano recando a far visita ai loro mariti in carcere quando furono bloccate sulla strada da agenti del Servizio di informazione militare che le portarono in un luogo nascosto proprio in quel 25 novembre del 1960. Qui furono torturate, stuprate, picchiate a colpi di bastone, strangolate e abbandonate a bordo della loro auto. È stata la quarta sorella a far conoscere la loro storia, dedicando la sua vita a onorare il ricordo delle tre donne e a battersi perché quelle morti non cadessero nel dimenticatoio ma servissero a risvegliare le coscienze.

Quasi 60 anni dopo molto c’è ancora da fare sul tema. Nonostante la sempre maggiore attenzione, infatti, i dati che riguardano la violenza di genere non sono confortanti.

Stando al rapporto annuale «Questo non è amore» pubblicato dalla Polizia di Stato, ogni giorno in Italia 88 donne sono vittime di atti di violenza, una ogni 15 minuti. Le vittime sono italiane nell’80,2% dei casi, così come i loro carnefici (nel 74% dei casi).

Dati che non vedono grandi differenze regionali, l’aumento delle vittime è lo stesso da Nord a Sud. Ma quello che deve far riflettere è il fatto che 82 volte su 100 a commettere violenza è un volto conosciuto (il compagno o l’ambito familiare). In aumento anche il numero dei femminicidi passati dal 37% del 2018 al 49% solo tra gennaio e agosto del 2019.  

«La violenza sulle donne non smette di essere emergenza pubblica e per questo la coscienza della gravità del fenomeno deve continuare a crescere. Le donne non cessano di essere oggetto di molestie, vittime di tragedie palesi e di soprusi taciuti perché consumati spesso dentro le famiglie o perpetrati da persone conosciute», ha commentato il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella affermando che «molto resta ancora da fare» e che «ogni donna deve sentire le istituzioni vicine».

A tal proposito, l’unico dato consolante del report è la maggiore coscienza dei delitti subiti, una rinnovata propensione e fiducia nel denunciare: è aumentato, insomma, il numero di vittime che considerano gli atti violenti subiti un reato.

È importante sottolineare come per “violenza” non si intende semplicemente quella fisica, ma anche quella verbale e psicologica. La nostra Velina Mikaela ne sa qualcosa.

Redazione web Striscia la notizia

Ultime News

tutte le news

Potrebbero interessarti anche...

vedi tutti
19 febbraio 2024

19 febbraio 2024

Sotto sequestro il Castello delle Cerimonie - Lollobrigida rivela: sono molto vicino al mondo della pesca - Giornalisti Rai, c'è chi fa le interviste per interposta persona - Sinceramente furioso, la canzone di De Luca contro l'autonomia - Cartelli stradali, il 40% sbagliato, ridondante o inutile secondo l'esperto - Vittorio Feltri come Geolier, anche lui rappa in dialetto - "Vi ammazzo!": per Trombetta minacce dal venditore di tarantole - Ottaviano, il sindaco incontra i nostalgic

17 febbraio 2024

17 febbraio 2024

Mantova, opera d'arte usata come barbecue - A Pescara demolito il Ferro di cavallo, fortino dell'illegalità - Come si ferma il contrabbando di GPL? - Telecomandi bloccati, interviene Capitan Ventosa - La guida per difendersi dagli stalker, anche digitali - A Neive il piatto è la cheesecake antispreco - Coppa degli Assi, il torneo è tornato a Palermo - Cycas, la pianta preistorica ricomparsa sull'Isola di Wight - "Striscia la magia", il forzuto Khan Baba non è poi così forte - Ch...

15 febbraio 2024

15 febbraio 2024

L'"angelo custodia" dei Ricchi e Poveri - Fermata vietata al Commissariato di Polizia. Ma non per tutti - Napoli, i custodi del nulla, scuole e piscine chiuse al pubblico - Cristiano Militello e lo stadio in cui è vietato giocare col pallone - Torino, un altro caso di acquisto in contanti con lo "strappo" - Totti e la passione per il gioco: Ilary a Striscia l'aveva già detto - Baby gang violenta, naso rotto e sigaretta spenta in faccia - Sanremo: scarpe di Travol

7 febbraio 2024

7 febbraio 2024

New York, all'asta le scarpe di Michael Jordan - Sanremo, Mara nel backstage: "Svegliaci tu Fiore, ti scongiuro!" - Lucci a Sanremo: chi canta "Bella ciao" per i Fratelli d'Italia? - Amadeus si siede sul presidente di Rai Cinema. Che figura… - Il treno Roma-Sanremo potrebbe deragliare in Parlamento - Assegno di inclusione, c'è chi fa pagare la pratica gratuita - Casellati chiama Mattarella: quali superpoteri diamo alla Premier? - Anche al Tribunale di Foggia i furbetti

6 febbraio 2024

6 febbraio 2024

Iran, scoperto il primo rossetto della storia - Sanremo: Fiorello sul Palermo-Catania e Amadeus canta con Mengoni "Bella ciao" - Pubblicità occulta a Sanremo 2023, la Rai pagherà 175 mila euro - Il Tapiro ad Amadeus per la pubblicità occulta di Sanremo - Capitan Ventosa a Bologna alla prova dei 30 all'ora - Vespone e una museruola per Matteo Salvini - Spaccio di farmaci per sballare: chi fermerà la nuova dipendenza - Cinque semplici regole per salvarsi la vita digitale - Il "Risotto, latt...

5 febbraio 2024

5 febbraio 2024

Big escluso da Sanremo - Giuseppe Conte: "Toglietemi tutto, ma non il mio bel musetto" - Sanremo caos biglietti, in vendita sui social a 700 euro - Il grande rap dei politici che vogliono vincere Sanremo - Sinnai, sulle tracce del ragazzo che compra online senza pagare - Segnalati da voi: Giorgia Meloni sulla Via della sete - Roma, borseggi nella metropolitana: "E nessuno fa niente" - Cpr, psicofarmaci e maltrattamenti ai migranti: le immagini integrali - Dal "Drive In" a Striscia, il Gra...

2 febbraio 2024

2 febbraio 2024

Parigi, Enzino indaga sul furto di alcune bottiglie di vino - La Russa e i registratori di cassa: a lui nessuno deve insegnare il "nero" - Dopo l'alluvione, c'è da risolvere l'enigma della Sfinge - Bastano 60 euro per bloccare un account Instagram - Politica, Bonetti e Rosati entrano in Azione: il burraco è salvo! - Costumi di Carnevale: attenti al marchio di sicurezza e all'etichetta - "Paesi, paesaggi..." a Colle di Val d'Elsa, la città del cristallo - "Me gusta la poltrona, me devo can