News

L’AgCom dà ragione a Striscia: il Festival di Sanremo non è esclusiva della Rai

L’AgCom dà ragione a Striscia: il Festival di Sanremo non è esclusiva della Rai

L’AgCom dà ragione a Striscia: il Festival di Sanremo non è esclusiva della Rai

Basta essere una tivù nazionale in chiaro per mandare in onda un evento di grande rilevanza culturale quale il Festival di Sanremo, e non sta scritto da nessuna parte che lo debba fare la Rai. Lo dice addirittura l’Agcom, l’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni. «Il Mise stila un elenco di trasmissioni che vanno messe a disposizione del pubblico non a pagamento, queste sono le condizioni e noi vigiliamo che ciò accada con standard elevati», spiega Massimiliano Capitanio, commissario Agcom, ai microfoni di Striscia la notizia nel nuovo episodio della rubrica “Rai Scoglio 24” in onda questa sera. E tra questi programmi c’è anche Sanremo. L’Agcom in sostanza conferma a Pinuccio che la Rai non ha diritto per forza a trasmettere in automatico il Festival di Sanremo, aprendo anche all’opzione bando per la kermesse.

Ricordiamo infatti che da una recente sentenza del Tar si evince che il marchio Festival della canzone italiana è di proprietà del Comune di Sanremo, che lo dà in gestione direttamente alla Rai, ma essendo il Comune un ente pubblico dovrebbe invece assegnarlo tramite un bando aperto a tutti. Ecco che allora Pinuccio rilancia la sua proposta “Un bando per il Festival di Sanremo”.

All’iniziativa hanno già espresso sostegno AudioCoop (Associazione di Coordinamento degli Editori e Produttori Discografici Indipendenti), Afi (Associazione Fonografici italiani) e Siedas (Società Italiana Esperti di Diritto delle Arti e dello Spettacolo).

Ultime News

tutte le news

Potrebbero interessarti anche...

vedi tutti
Via libera alla multa alla Rai per la pubblicità occulta a Sanremo

Via libera alla multa alla Rai per la pubblicità occulta a Sanremo

Pinuccio è davanti alla sede dell'Agcom nel giorno in cui l'agenza decide che multerà la Rai per un importo che potrebbe arrivare fino a 250.000 euro. Multa che tanto pagheremo noi contribuenti con i soldi del canone. Nello specifico, l'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni ha deciso di sanzionare Rai1 per 12 episodi di pubblicità non segnalata e per l'utilizzo di Instagram in occasione della scorsa edizione del Festival della canzone italiana.

I dubbi di Pinuccio su Sanremo finiscono in Parlamento

I dubbi di Pinuccio su Sanremo finiscono in Parlamento

L'inviato di "Rai Scoglio 24" torna a occuparsi delle polemiche post Sanremo, sul contratto (c'è o non c'è? Chi l'ha visto?) tra Chiara Ferragni e la Rai, sull'utilizzo delle immagini del backstage del Festivale e sulla possibile pubblicità occulta a Instagram da parte di Amadeus. Il senatore Maurizio Gasparri alle telecamere di Striscia dice di aver presentato un'interrogazione al Ministro delle Imprese e del Made in Italy per avere chiarimenti. Che succederà?

Un'altra offerta non Rai per organizzare il Festival di Sanremo

Un'altra offerta non Rai per organizzare il Festival di Sanremo

Pinuccio di Rai Scoglio 24 torna a occuparsi del festival della canzone italiana per lanciare la notizia di una seconda offerta per il Festival: l'ipotesi bando da parte del Comune diventa sempre più probabile. Arriva da StaGe!, coordinamento nazionale delle imprese, lavoratori, artisti, musicisti, tecnici ed operatori del settore spettacolo indipendente. Intanto, un sondaggio del sito Money.it conferma: il 67% dei votanti è favorevole a togliere il Festival di Sanremo alla Rai.