News

Mascherine prodotte da Fca, Striscia continua a indagare

Mascherine prodotte da Fca, Striscia continua a indagare

Mascherine prodotte da Fca, Striscia continua a indagare

Moreno Morello continua a indagare sulle mascherine chirurgiche prodotte da FCA e distribuite a milioni con il logo della Presidenza del Consiglio.

Alcuni campioni di mascherine sottoposti a controlli non sarebbero a norma e i risultati di laboratorio dimostrerebbero una capacità filtrante inferiore ai parametri richiesti dalla normativa.


A questo si aggiunge il fatto che a fronte di una produzione enorme, si parla di circa 100 milioni di pezzi, non è chiaro quando e con quali modalità vengano poi effettuati i controlli periodici di qualità.

Questa sera Striscia si rivolge all’Istituto Superiore di Sanità per cercare di capire quale affidamento possano dare le certificazioni che rilascia, visto che molti campioni analizzati, e non solo quelli prodotti da FCA, non risultavano conformi pur avendo la validazione dell’Istituto.

Ultime News

tutte le news

Potrebbero interessarti anche...

vedi tutti
Integratori online e testimonial inventati: ora arrivano anche i finti sconti

Integratori online e testimonial inventati: ora arrivano anche ...

Moreno Morello torna con un altro episodio di Malattie aberranti per mostrarci come i furbetti che vendono online integratori di ogni tipo continuino a utilizzare l'immagine di personaggi celebri e medici a sproposito e senza la loro autorizzazione, promuovendo i prodotti in modo sleale e scorretto. Non solo: ora il nostro inviato ha scoperto che per attirare ulteriormente l'attenzione degli utenti, negli articoli e negli annunci pubblicitari si incentiva ad acquistare proponendo giochi ...

2000 euro di cauzione, ma dei lavori con l'ecobonus non c'è ancora traccia

2000 euro di cauzione, ma dei lavori con l'ecobonus non c'è ...

Moreno Morello torna a parlarci del superbonus 110%. Pare infatti che un'azienda di Rimini, La Ngc, chiedesse una cauzione di 2000 euro ai cittadini che volevano aderire all'ecobonus affidandosi a dei professionisti per la parte amministrativa e quella edilizia (cauzione che poi doveva essere restituita). Peccato che ad essersi affidati alla Ngc siano stati in molti e che sia passato parecchio tempo senza alcun avvio dei lavori nella maggior parte dei casi