News

Striscia la notizia, Stefania Petyx aggredita a Palermo con la troupe

Striscia la notizia, Stefania Petyx aggredita a Palermo con la troupe

Striscia la notizia, Stefania Petyx aggredita a Palermo con la troupe

Stefania Petyx aggredita a Palermo. L’inviata di Striscia la notizia e la sua troupe si trovavano nel capoluogo siciliano per registrare un servizio su un immobile occupato da abusivi in via Giuseppe Savagnone quando è avvenuto il fatto.

«Poco dopo essere entrati nella struttura – racconta dall’ospedale Petyx – siamo stati raggiunti da calci e pugni». Inoltre, precisa l’inviata, «sono stata spintonata giù dalla tromba delle scale».

Gli abusivi si sono avventati anche sulle telecamere e sui microfoni, andati distrutti. Nonostante l’intervento delle forze dell’ordine, alcuni degli aggressori hanno continuato a inseguire un nostro operatore. Stefania Petyx è stata successivamente trasportata in ambulanza all’ospedale.

Le immagini dell’aggressione saranno mandate nei prossimi giorni in onda a Striscia la notizia per documentare la situazione denunciata dall’inviata.

Ultime News

tutte le news

Potrebbero interessarti anche...

vedi tutti
Catania-Palermo, l'autostrada impossibile: cantieri infiniti e gincane tra corsie e carreggiate

Catania-Palermo, l'autostrada impossibile: cantieri infiniti ...

Stefania Petyx si occupa di una piaga autostradale nota come la Catania-Palermo, un percorso di 200 km che ora è diventato il tratto per un'avventura di 5 ore. Infatti, dopo 40 anni, sono iniziati per l'autostrada (ormai anziana), i lavori per riqualificarla e renderla più funzionale. Peccato che siano iniziati improvvisamente e tutti insieme, così da far diventare la tratta ormai impercorribile, un videogame dalle mille deviazioni con problematiche come allagamenti e lunghe code

Bagni pubblici inesistenti a Palermo, la soluzione sono i bar

Bagni pubblici inesistenti a Palermo, la soluzione sono i bar

Stefania Petyx si trova a Palermo per parlarci di un problema "pubblico". Nel capoluogo siciliano, infatti, i vespasiani sono perlopiù chiusi o lasciati al più completo degrado. Una questione che riguarda non solo i palermitani, ma soprattutto i tanti turisti che ormai affollano la città. La nostra inviata è andata a sondare il terreno con le guide e i baristi costretti a sopperire alla mancanza del Comune ed è riuscita a strappare una promessa al sindaco Lagalla