News

Pinuccio risponde a Monica Maggioni. Stasera a Striscia

Pinuccio risponde a Monica Maggioni. Stasera a Striscia

Pinuccio risponde a Monica Maggioni. Stasera a Striscia

Questa sera a “Rai Scoglio 24”, Pinuccio risponde a Monica Maggioni che ha minacciato di querelare Striscia la notizia per il servizio andato in onda venerdì 24 marzo in cui si parlava di un presunto conflitto di interessi della direttrice del Tg1. Notizia ripresa da La Stampa e La Repubblica, che invece non si erano occupati di casi importanti come quelli sulle tangenti o le opere d’arte rubate in Rai, di cui avevano scritto diversi giornali, anche internazionali, come il quotidiano francese Le Monde.

Nella nota pubblicata sul sito dell’Ufficio stampa Rai, Maggioni accusa Striscia la notizia di aver riproposto impropriamente fatti già archiviati dagli organi preposti. Ma Pinuccio non ha mai fatto riferimento al peculato e all’abuso d’ufficio, bensì al presunto conflitto di interessi di Maggioni e delle quattro società di produzione video – a lei riconducibili – che hanno collaborato con la tv di Stato fornendo filmati andati in onda proprio negli spazi giornalistici di cui lei era responsabile. Ma mentre peculato e abuso d’ufficio sono stati effettivamente archiviati, il presunto conflitto di interessi – essendo un fatto meramente etico, interno alla Rai – viene tacitato in seguito a un’autodichiarazione di Maggioni secondo la quale il fatto non sussisteva, poi accettata dall’azienda di Viale Mazzini.

Poi, Pinuccio ripesca un documentario: “Out of Tehran” del 2011, co-prodotto da Mediakite e Rai Cinema, e scritto da Maggioni con i suoi ex fidanzati Gian Micalessin e Dario Curatolo. Società, la Mediakite, che era finita nell’occhio del ciclone perché utilizzata abbondantemente (e pagata profumatamente) da Maggioni quando era corrispondente da New York. Però, conclude Pinuccio, se per la Rai è tutto ok allora si può fare, no?

Il servizio completo questa sera a Striscia la notizia (Canale 5, ore 20.35). Nell’attesa ecco il servizio del 24 marzo.

Ultime News

tutte le news

Potrebbero interessarti anche...

vedi tutti
Festival di Sanremo, i

Festival di Sanremo, i "Conti" non tornano

La rubrica "Rai Scoglio 24" parla del Festival di Sanremo: è stato infatti ufficializzato il nome di Carlo Conti come direttore artistico e conduttore della kermesse per il 2025 e anche per il 2026. Secondo Pinuccio i "conti" però non tornano. L'inviato del tg satirico ha scoperto infatti che la convenzione scade tra un anno e si chiede quindi come abbia fatto la Rai a contrattualizzare l'anchorman per due anni, pagandolo tra l'altro con i nostri soldi

Basilicata, gli espropri mai avvenuti e la diga da abbattere

Basilicata, gli espropri mai avvenuti e la diga da abbattere

Pinuccio racconta una storia paradossale riguardante terreni privati mai espropriati, su cui sono state costruite la diga Camastra e opere accessorie, la sentenza che dispone il loro abbattimento, il ripristino dello stato dei luoghi e un risarcimento ai proprietari, che però l'ente condannato è impossibilitato a pagare. Tuttavia, l'Agenzia delle Entrate chiede ai proprietari il 3% della somma che non hanno ancora ricevuto

Rai, caos televoto e caso Travolta agitano la Vigilanza

Rai, caos televoto e caso Travolta agitano la Vigilanza

Pinuccio nonostante lo sciopero (quello dei pullman, non quello dei giornalisti) arriva a Palazzo San Macuto, dove si riunisce la vigilanza Rai. Sui 7 milioni presunti di televoti non conteggiati a Sanremo servirà un supplemento d'indagine con Tim, seppur tardivo. E sullo "spot" delle scarpe? Per l'ad Roberto Sergio l'attore americano ha compiuto una violazione. E Amadeus? Non ha pronunciato la frase che è lo spot della marca?